Questo sito può far uso di widget di terze parti che utilizzano i cookies.
Per maggiori informazioni leggi la nostra cookie policy
Il gruppo è più dell’insieme delle singole persone!


Il gruppo è più dell’insieme delle singole persone!

Va detto, il titolo di oggi non è proprio solo ‘farina del mio sacco’!

Infatti, prende spunto da una famosa frase che in origine nacque dalle Teorie della Gestalt, dedicate allo studio della forma e della percezione umana.

Tali teorie ricevettero un importante contributo dallo psicologo Kurt Lewin, pioniere della psicologia sociale, il quale formulò la cosiddetta ‘teoria del campo’. L’assunto che ne sta alla base della teoria è che un insieme di elementi costituisca una nuova unità che è più della somma delle singole parti che la compongono.

Tale assunto venne applicato anche allo studio del comportamento umano all’interno di gruppi per indicare il fondamentale ruolo del contesto, dell’ambiente e delle caratteristiche di ciascun individuo nell’influenzare il comportamento di tutti gli altri.

Non si parla più di singoli individui, ma di interdipendenza tra le parti di un sistema, che si influenzano reciprocamente.

Ecco perché la formazione del gruppo nei corsi di Ginnastica Mentale® è un pilastro cardine dell’attività. Non solo, ma all’interno di una sessione vengono proposti proprio esercizi da svolgere in gruppo.

I vantaggi di tali esercizi agiscono su un duplice livello: cognitivo ed emotivo.

Com’è possibile?

Dal punto di vista dell’allenamento delle funzioni cognitive, lavorare in gruppo permette di stimolare le funzioni cosiddette ‘trasversali’, come attenzione e working memory, così definite poiché agiscono costantemente, a supporto di tutte le altre funzioni, come se fossero le fondamenta di un palazzo.

Un altro meccanismo che beneficia del lavoro di gruppo è l’inibizione delle interferenze, con conseguente potenziamento della capacità di selezione e concentrazione, poiché dall’esterno (cioè dalle altre persone nel gruppo) giungono molteplici informazioni che necessitano di essere filtrate per non trasformarsi in distrazioni.

Dal punto di vista emotivo, invece, i benefici del lavorare in gruppo si riflettono sul tono dell’umore: in gruppo ci si diverte, si ride (attività molto gradita al nostro cervello!), ci si confronta e si condivide.

In altre parole: ci si mette in relazione. Numerosi studi sottolineano come la costruzione di una rete sociale rappresenti un fattore essenziale per promuovere il benessere di mente e corpo. Quindi, è proprio vero che la ricchezza dei gruppi sta nelle persone che vi partecipano e che, ogni settimana, scelgono di condividere con gli altri la loro preziosa presenza!

Dott.ssa Nicoletta Porcu - psicologa, psicoterapeuta e Brain Trainer Assomensana a Lodi e Piacenza


02/11/2022 20:41:33

PATROCINI & SPONSOR