Questo sito può far uso di widget di terze parti che utilizzano i cookies.
Per maggiori informazioni leggi la nostra cookie policy
So di (non) sapere


So di (non) sapere

Già nell'Antica Grecia il famoso filosofo Socrate sosteneva “So di non sapere”, motto che invitava a mantenere la mente aperta a nuove conoscenze e ad allontanare la presunzione di sapere tutto. Ciò che Socrate aveva intuito era l'importanza della consapevolezza di sé.

“Quali sensazioni ed emozioni sto provando? A cosa sto pensando?”
Difficilmente qualcuno potrà dire di non essersi mai posto domande simili almeno una volta!

Ma cosa rispondereste alla domanda: “Come hai fatto a ricordare ciò che ricordi? e “Come hai fatto a risolvere il problema che hai appena risolto?”. In pratica: “Come fa la mente a fare ciò che fa?”

L'insieme delle capacità della mente che consentono di comprendere come funziona si chiama "meta-cognizione". A partire all’incirca dai 4 anni di età negli esseri umani iniziano a svilupparsi le capacità di osservare se stessi, riflettere sui propri pensieri e sulle modalità con cui si apprendono informazioni nuove. Queste abilità di autoriflessione maturano in età adulta ed si possono allenare e stimolare per diventare ancora più consapevoli sul funzionamento delle abilità cognitive come la memoria, l’attenzione, il ragionamento…

Con quale scopo?

Le abilità metacognitive consentono di prevedere le conseguenze di una certa azione (es. se sono distratto prevedo che avrò difficoltà a memorizzare informazioni nuove) e, di conseguenza, progettare un piano consapevole per far fronte a possibili defaillance (quali strategie abbiamo scelto per facilitare la memorizza- zione?), monitorandone i risultati (ricordo oppure no?) e valutandone l’adeguatezza rispetto all’o- biettivo (le strategie sono state efficaci o è necessario modificarle?).

A questo proposito, la Ginnastica Mentale® Assomensana, oltre ad allenare i processi cognitivi tout- court (memorizzare, prestare attenzione, risolvere un problema, pianificare un’operazione…) allena anche la consapevolezza di come questi processi funzionano, quali strategie siano più efficaci a seconda del tipo di compito che ci si trova ad affrontare. L'obiettivo del programma di Ginnastica Mentale, ossia “mantenere la mente allenata e attiva il più a lungo possibile”, può essere raggiunto più facilmente attraverso il potenziamento della consapevolezza di come funziona la nostra mente.

Dott.ssa Nicoletta Porcu, psicologa, Brain Trainer Assomensana


29/10/2020 20:07:46

PATROCINI & SPONSOR