Questo sito può far uso di widget di terze parti che utilizzano i cookies.
Per maggiori informazioni leggi la nostra cookie policy
Chi mi porto a letto stasera?


Chi mi porto a letto stasera?

Ci sono solo due cose con cui puoi andare a letto: una persona o un libro“, recitava Ray Bradbury.

Da sempre, almeno fino a 70 anni fa, le persone prima di andare a letto chiacchieravano in famiglia o tra amici, tramandandosi fatti ed esperienze, e i più istruiti si dedicavano alla lettura di qualche pagina di un libro (forse per questo motivo la lettura è considerata ancora oggi una faccenda ‘per intellettuali’ piuttosto che un’attività alla portata di tutti!).

Negli ultimi decenni le abitudini sono cambiate.

La maggior parte delle persone guarda la TV prima di addormentarsi. Ancora peggio, altri si intrattengono sui Social tramite smartphone, tablet e computer, mentre solo una minima parte legge qualche pagina di un buon libro.

Ma le diverse abitudini non hanno tutte le stesse conseguenze.

Lo abbiamo detto più volte che guardare la tv o restare attaccati allo schermo di un telefonino o di un computer alterano la qualità del sonno, poiché un particolare tipo di luce che emettono questi apparecchi, la luce blu, modifica le quantità di melatonina presenti nel sangue, l’ormone del sonno. Se la melatonina si riduce, i ritmi del sonno vengono alterati, ostacolando lo ’scivolamento’ nel sonno più profondo, il 4° stadio, che è quello dove il nostro cervello si ristora maggiormente.

Se il sonno si è svolto correttamente e le quattro fasi si sono alternate correttamente, il giorno dopo ci sentiamo efficienti e concentrati. Se invece le fasi del sonno sono state alterate, ad esempio per uno squilibrio ormonale dovuto ad una riduzione della melatonina, allora le ore trascorse a letto non sono state sufficientemente ‘ristoratrici’. E il giorno dopo ci sentiamo stanchi e deconcentrati. Insomma, che ci piaccia o no, la routine che adottiamo prima di addormentarci determina la qualità della giornata successiva.

Quale alternativa? La soluzione migliore, ma apparentemente difficile da applicare, sarebbe fare una doccia rilassante, indossare vestiti comodi, prepara una buona tisana rilassante e poi andare a letto con un libro.

Se pensiamo che sia un’esagerazione, basta leggere la ricerca condotta dall’organizzazione “The Sleep Council” del Regno Unito che ha concluso che leggere qualche pagina di un libro mezz’ora o un’ora prima di andare a letto riduce significativamente i livelli di stress e induce uno stato di sopore che predispone al miglior sonno possibile.


19/11/2020 19:58:15

PATROCINI & SPONSOR