Questo sito può far uso di widget di terze parti che utilizzano i cookies.
Per maggiori informazioni leggi la nostra cookie policy
Leggere per un buon sonno


Leggere per un buon sonno

La lettura ci porta in mondi nuovi, diversi, popolati da personaggi mai incontrati prima che diventano parte del nostro mondo. Ci consente di vivere emozioni e di osservare con dovizia di particolari il comportamento di altre persone.

Per questo, leggere prima di addormentarsi ha numerosi vantaggi, come affermano importanti ricercatori del calibro di Keith E. Stanovich dell’Università di Toronto e Raymond Mar dell’Università di York in Canada:

  1. rilassa dallo stress e da una giornata negativa — guai ad andare a letto carichi di stress o di pensieri negativi. La lettura ci consente di interrompere il ruminio mentale e di staccare dai cattivi pensieri;
  2. rende più resistente il cervello di fronte all’invecchiamento — gli studi di neuroimmagine ci svelano che durante la lettura sono più attive le aree della corteccia temporale sinistra e aumenta la connettività tra i neuroni. In più, si rinforzano la concentrazione, la comprensione del testo e la memoria a breve termine, effetti che resistono 5 giorni di distanza! Il tutto, a beneficio del cervello, che resta più agile e tonico a dispetto del tempo che passa;
  3. sollecita la creatività — esplorare paesaggi mai visti, pensieri mai formulati, volti mai toccati e, nonostante tutto, renderli reali nella nostra mente è un buon esercizio per sviluppare l’immaginazione, la fantasia e la creatività. Come abbiamo scritto più volte, queste abilità sono fondamentali per sostenere altri processi mentali, come la memoria, il ragionamento e la risoluzione di problemi;
  4. aumenta le conoscenze e la cultura — anche se la lettura è un’attività ‘quasi passiva’ dal punto di vista cognitivo, la ripetizione di informazioni, notizie, dettagli e racconti aumentano le conoscenze e il bagaglio culturale del lettore, acquisendo informazioni alle quali non avrebbe facilmente accesso;
  5. migliora l’empatia — mettersi nei panni degli altri ed entrare nell’intimità dei suoi pensieri è il modo più efficace per leggere la mente delle altre persone e capire cosa pensano e quali sentimenti provano. Col tempo, l’abilità di identificarci con i personaggi può trasferirsi anche nel mondo reale, aumentandone l’empatia.

E per chi proprio non ce la fa a leggere? Si consiglia di iniziare a piccoli passi a più riprese oppure di lasciarsi avvincere dagli innumerevoli audio-libri. Buona immersione!


19/11/2020 20:40:36

PATROCINI & SPONSOR